Il Respiro della Terra: le emozioni variopinte di un nuovo cambiamento

Le emozioni che viviamo ci fanno capire quali sono le cose che per noi sono veramente importanti. Proprio per quelle emozioni non è facile riuscire a trovare le parole giuste per raccontarle. Si ha la percezione che nessuna riuscirà a contenerle pienamente.

Questo è quello che mi è successo con il Respiro della Terra, la tre giorni che si è tenuta a Soci (AR) presso La Mausolea, dal 12 al 14 luglio. Una tre giorni dedicata al nostro Pianeta e alla terra, con tante esperienze e buone pratiche, volte a dare un modo più sostenibile di vivere l’agricoltura, e in generale il nostro rapporto con la natura che ci circonda.

Emozioni variopinte, un senso di comunione, una sorta di grande abbraccio che ha stretto tutti i partecipanti in un unico sentire. Una comunità virtuosa che porterà avanti i suoi piani prodigiosi. Ne sono certa!

Alla fine di questo bellissimo percorso avverto forte il desiderio di ringraziare. Chi è stato con noi ma anche chi non è stato fisicamente presente e anche chi, da lontano, non smette di farsi attore di piccole azioni di cambiamento.

Come ha detto il Prof. Berrino, “Che il consumo critico, la comunicazione etica, l’agricoltura sostenibile e l’alimentazione sana escano dai libri e dalle stanze degli esperti e giungano alla gente; nessuno può cambiare il mondo da solo, ma tutti possono migliorarne una parte”.

Nei giorni del Respiro della Terra ho tenuto una sorta di diario personale, in cui ho annotato i momenti per me più significativi.

Una preghiera di ringraziamento

Chiudo questa condivisione di ricordi con una preghiera, la stessa che ho letto al Respiro della Terra, a conclusione del mio intervento e che ha commosso i presenti.

È una preghiera di Papa Francesco tratta dall’enciclica Laudato si’, che esprime meglio di tante altre parole il senso del cammino nuovo che ci attende.

PREGHIERA PER LA NOSTRA TERRA

Dio Onnipotente,
che sei presente in tutto l’universo
e nella più piccola delle tue creature,
Tu che circondi con la tua tenerezza
tutto quanto esiste,
riversa in noi la forza del tuo amore
affinché ci prendiamo cura
della vita e della bellezza.
Inondaci di pace, perché viviamo come fratelli e sorelle
senza nuocere a nessuno.
O Dio dei poveri,
aiutaci a riscattare gli abbandonati
e i dimenticati di questa terra
che tanto valgono ai tuoi occhi.
Risana la nostra vita,
affinché proteggiamo il mondo e non lo deprediamo,
affinché seminiamo bellezza
e non inquinamento e distruzione.
Tocca i cuori
di quanti cercano solo vantaggi
a spese dei poveri e della terra.
Insegnaci a scoprire il valore di ogni cosa,
a contemplare con stupore,
a riconoscere che siamo profondamente uniti
con tutte le creature
nel nostro cammino verso la tua luce infinita.
Grazie perché sei con noi tutti i giorni.
Sostienici, per favore, nella nostra lotta
per la giustizia, l’amore e la pace.

Lascia un commento

0

Start typing and press Enter to search

Riduzione CO2Sapori sempre diversi