L’Azienda Agricola Vestri protagonista alla Mostra Mercato dei Coltivatori Custodi di Alberese

Proposte per animare l’agrobiodiversità toscana, spiegazione delle tecniche di allevamento allo stato brado, dimostrazione pratica del lavoro tradizionale dei butteri, figure un tempo tipiche della Maremma toscana che si occupavano della cura delle mandrie di mucche e cavalli allevati allo stato brado.

Sono alcuni dei momenti più importanti della Mostra Mercato del Coltivatore Custode promossa da Terre regionali toscane, l’Ente regionale che si occupa di tutelare e valorizzare l’agrobiodiversità della Toscana, in programma dal 14 al 16 settembre presso la Tenuta di Alberese, in provincia di Grosseto.

L’Azienda Agricola Vestri, data la sua costante azione per tutelare varietà a rischio di estinzione della Toscana, non poteva non prendere parte a questa iniziativa che vuole far conoscere proprio il lavoro di chi si impegna nella salvaguardia del patrimonio agroalimentare. Nello specifico l’Azienda Vestri si occupa della conservazione del seme di grano antico toscano Gentil Rosso, Inallettabile e Frassineto (di seguito le foto dai campi).

Ecco nel dettaglio il programma della tre giorni:

  • venerdì 14 settembre, a partire dalle 15.00, presso il Granaio Lorenese, si terrà un workshop sul tema “Azioni per animare l’agrobiodiversità toscana: Hub, rete di imprese e altro“. A seguire l’inaugurazione della Mostra Mercato e l’apertura al pubblico.
  • Sabato 15 settembre, alle 10.00, una dimostrazione pratica del lavoro tradizionale dei butteri con sbrancamento della mandria di bovini e doma del puledro; nel pomeriggio, dalle 15.30, la Tenuta di Alberese sarà al centro del dibattito presso il Granaio Lorenese, per raccontare la sua lunga storia e le sue nuove funzioni.
  • Domenica 16 settembre, visita alla selleria della Tenuta di Alberese e spiegazione delle tecniche di allevamento allo stato brado, con dimostrazione pratica della realizzazione di alcuni oggetti di uso quotidiano dei butteri

Per maggiori informazioni clicca qui e consulta la locandina dell’evento.

Leave a Comment